Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Pandemia, Aeroporto umbro blindato: personale medico, tamponi, green pass e quarantena in Covid Hotel. L'analisi su Paesi Ue e Regioni

L'assessore Luca Coletto presenta il Piano e gli studi collegati: "Abbiamo il diritto di tutelare la salute degli umbri e difendere le libertà ottenute"

La variante Delta del Covid, più contagiosa rispetto a quella inglese, e in forte espansione in tutta Europa, è al centro di un Piano di contenimento varato dall'assessore regionale Luca Coletto in collaborazione con il Nucleo Epidemiologico. Tra i primi provvedimenti c'è quello di blindare l'aeroporto dell'Umbria sia per i voli nazionali che quelli europei ed extra Ue (il volo per Londra). Sono previsti controlli ferrei per la verifica dei digital green pass o del documento che accerta l'esito di un tampone negativo effettuato, la presenza di un esperto sanitario per effettuare tamponi e indirizzare passeggeri provenienti da fuori Ue alla quarantena (prevista di 5 giorni) da effettuare nei due Covid Hotel umbri (il Melody di Deruta e Villa Muzzi di Città di Castello) ancora attivi.

Sara impiegata anche la Protezione civile per suddividere i passeggeri dei vari voli a secondo del protocollo. "Abbiamo il diritto e dovere di effettuare i controlli - ha spiegato l'assessore regionale Luca Coletto - su coloro che vengono a visitare o tornano in Umbria. Dobbiamo tutelare la nostra economia - dopo il blocco che abbiamo pagato a caro prezzo - e le libertà che abbiamo conquistato in questi mesi. Inoltre, con i vaccini e la prevenzione, lavoriamo per un ritorno a scuola sicuro e duraturo". Il nucleo epidemiologico dell'Umbria ha effettuato un doppio studio, analizzando i dati sulla pandemia in tempo reale, sulle nazionali europee ed extra-Ue che fanno a scalo all'aeroporto dell'Umbria.

“In pratica presso l’aeroporto di Perugia – hanno precisato dai vertici regionali – sono già attivi i controlli grazie a un presidio dell’Ufficio di sanita marittima, aerea e di frontiera che verifica il possesso della documentazione richiesta al momento dello sbarco di passeggeri provenienti da paesi europei e extra europei. In mancanza di documentazione viene attivata l’Asl per effettuare il tampone ed eventualmente la sorveglianza. Al momento si sta mettendo a punto tutta la procedura per i paesi extraeuropei come appunto Londra e Tirana per la presa in carico dei passeggeri che non hanno indicato una residenza per la quarantena e che quindi saranno trasferiti nei covid hotel, e per effettuare il tampone se non sono in possesso della documentazione richiesta”.

mappa-europa-1-2

Il bollino rosso, se così si può dire, spetta all'Inghilterra dove la variante Delta è oltre il 90 per cento dei nuovi casi che sono in forte rialzo con oltre 30mila contagi. Preoccupano anche i Paesi Bassi - ma numeri decisamente più bassi ma una incidenza alta di variante Delta - e i dati provenienti dall'Albania, situazione ancora sotto controllo per Belgio, Malta e Austria. Tutti Paesi che va detto hanno contagi molto più alti della media nazionale e dell'Umbria. Analizzate anche le Regioni - relative ai voli che fanno scalo a Perugia -: la Sicilia e la Sardegna hanno l'incidenza maggiore di nuovi casi di Covid, mentre la Calabria è in linea con i dati dell'Umbria. 

mappa-italiana-1-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pandemia, Aeroporto umbro blindato: personale medico, tamponi, green pass e quarantena in Covid Hotel. L'analisi su Paesi Ue e Regioni

PerugiaToday è in caricamento