menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Vergogna! Sporcata la targa della via di Sandro Penna

Alle inutili querimonie, il perugino di Porta Sole ha preferito l’azione: si è armato di solvente e di scalandrino, è salito all’altezza della targa e l’ha ripulita. Raro esempio di coscienza civica e di amore per la città

Vergogna! “Abbiamo tenacemente voluto le targhe mancanti in via Mattioli, nella strada dove era nato il poeta perugino Sandro Penna, e poi ne facciamo questo uso!”. Il commento disgustato di un residente di Porta Sole, abituato a porre rimedio, di propria mano, ai tanti sfregi che punteggiano la Vetusta, specie nella zona di sua residenza.

Proprio da Perugia Today era partita la campagna per la promozione di questa necessità nel quarantennale della morte del massimo poeta perugino di sempre, venuto alla luce tra i conci di travertino della Grifagna.

Tanto ci battemmo perché il Comune ottemperasse. E la risposta fu immediata e sonora: non una targa .– in sostituzione di quella caduta per gli effetti del terremoto – ma addirittura due targhe! Una delle quali vicino alla clinica di Porta Sole, dove la strada comincia, ma dove la targa non c’era mai stata.

Ci fu chi trovò da ironizzare per lo zelo che parve eccessivo. Ma noi ci atteniamo all’antico brocardo: “Melius abundare quam deficere”. Ora il lettore e amico Gianluca Papalini ci informa che la targa posta in basso era stata sfregiata con la stupida aggiunta di un nome femminile. Alle inutili querimonie, il perugino di Porta Sole ha preferito l’azione: si è armato di solvente e di scalandrino, è salito all’altezza della targa e l’ha ripulita. Raro esempio di coscienza civica e di amore per la città. Non si può dire che “Bravo!”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento