La via del Presepe vandalizzata: scritte blasfeme sulle mura e sui portoni

Ora è caccia agli autori del gesto. L'amministrazione di Gubbio ha subito provveduto a cancellare le scritte

Indignazione per un gesto di puro vandalismo, quello messo in atto ai danni del Presepe  a dimensione naturale che ogni anno, con successo, viene allestito nel quartiere di San Martino a Gubbio. E' successo nella notte tra mercoledì e giovedì: scritte blasfeme ed offensive sono apparse lungo le mura e lungo i portoni delle vie del quartiere, le stesse che fanno da sfondo alla bellissima ricostruzione a grandezza naturale della natività. Ora è caccia ai vandali. 

L'amministrazione comunale-come riportato dall'edizione odierna de La Nazione Umbria, ha provveduto immediatamente a coprire le scritte, in attesa di cancellarle definitivamente. 

Gualdo, hanno distrutto le statue raffiguranti il presepe emozionale: tre bulli stranieri denunciati

È dal 1997 che gli splendidi scorci medievali di San Martino, perfettamente conservati, si prestano a palcoscenico privilegiato per una rievocazione così ambiziosa; gli archi, le nicchie, le mura, modellano “naturalmente” l’ambientazione del presepe, come se il tempo, per un attimo, si fosse fermato. Passeggiando “nel” presepe, si possono incontrare mercanti, fabbri, fornai, ceramisti, lavandaie, uomini e donne intente a svolgere la loro normale e semplice vita, ogni via è dedicata ad un mestiere, e tutte le vie portano alla grande scena della Natività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo straordinario presepe, nasce dalla passione di una piccola comunità autoctona di volontari per ravvivare il quartiere; amore per la propria terra, la propria storia, nel segno di un’artigianalità fortunatamente ancora integra, che, forte della propria tradizione, ha voglia di far conoscere ai posteri un magico mondo ormai scomparso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • L'ultimo saluto a Carlotta Martellini, il funerale fissato per sabato 1 agosto a Solomeo

  • Scooter parcheggiato davanti alla porta di casa per una notte intera: "Complimenti, il centro è tutto tuo"

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

  • Coronavirus in Umbria, è un neonato il nuovo paziente ricoverato a Perugia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento