menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Vandali all'assalto dei muri di Perugia, nuovi sfregi e noi paghiamo

Grafomani. Non si spiega diversamente la mania rubricatoria che nella Vetusta è diventata ormai un’epidemia. Come cani e gatti – che ripetono con istintiva coazione il deposito delle proprie deiezioni negli stessi luoghi – questi deliranti succubi della bomboletta tornano a sporcare sul (ri)pulito. E sono recidivi nell’imbrattare peggio di prima.

Siamo nei pressi della fermata minimetro della Cupa, nel grande muro in cemento armato che fronteggia il distributore dell’acqua del sindaco e il parcheggio della piscina Pellini. A qualche decina di metri di distanza dal segnale della via Vittor Ugo Bistoni e relativo parcheggio.

Qui, come segnalammo qualche tempo fa, era stata vergata una scritta che inneggiava al nome di un personaggio, che poi scoprimmo rispondere a quello di un noto tifoso (deceduto) del Perugia. Raccontammo il fatto e ci fu, via social, chi (come Pasquino Perugino) stigmatizzò una nostra eccessiva “morbidezza”. Come ben sanno i lettori, l’Inviato Cittadino non è mai tenero verso questo tipo di scempi (e di scemi) che offendono la città. Ma a qualcuno parve così.

Ora una nuova scritta impattante riempie quello spazio. E il grave è che qualcuno aveva speso energie e denaro per fare pulizia. Forse… coi soldi pubblici, o giù di lì. Crediamo che basti raccontare il malfatto, senza commenti. Che sarebbero fin troppo scontati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento