menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vandali scatenati in centro storico: spaccata la bacheca di un ristorante

Il fatto è accaduto alle 1:30 della notte scorsa e lo sciagurato autore del misfatto è stato inquadrato dalle telecamere che puntano in quel preciso segmento della piazza, proprio all’inizio di via Ulisse Rocchi

Sfondata a calci, nella notte, la bacheca di un esercizio commerciale in piazza Danti. Si tratta del ristorante “Al Tartufo”. L’autore del gesto non voleva, e non poteva, fare bottino di nulla: all’interno erano infatti conservati solo dei menù con relativi prezzi e avvisi alla clientela. Oltre all’indicazione delle procedure da adottare per ordinare e ritirare prodotti d’asporto. Quindi, si è trattato di un puro e semplice atto vandalico. Se possibile, ancor più riprovevole del furto con scasso. Che almeno comporta un interesse pratico per il malvivente.

Il fatto è accaduto alle 1:30 della notte scorsa e lo sciagurato autore del misfatto è stato inquadrato dalle telecamere che puntano in quel preciso segmento della piazza, proprio all’inizio di via Ulisse Rocchi.

I filmati, nelle prossime ore, saranno consegnati dai titolari del ristorante “Al Tartufo” contestualmente alla presentazione della denuncia.

Il commento del defensor civitatis, Gianluca Papalini, suona in questi termini: “È proprio vero che le brutte abitudini non finiscono mai ed è anche vero che questo lockdown potrebbe renderci peggiori rispetto a come eravamo. Luogo privilegiato del vandalismo e della micro delinquenza continua ad essere il magnifico centro storico della nostra città”.

Sono peraltro note le difficili condizioni della ripresa, specie a carico degli esercizi di ristorazione. Cercano – come è comprensibile – di lavorare con l’asporto e, proprio per questo, l’esposizione dei menù e relativi prezzi costituisce un elemento di salvataggio in corner. Pertanto, l’atto dello scriteriato perdigiorno assume una connotazione ancora più negativa: quasi un dispetto, un calcio in faccia a chi cerca di recuperare energie e volontà per rialzarsi.

Perugia mia – come diceva il principe dei cronisti Marcello Monacelli – non ti riconosco più.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento