Dai giochi per bambini fino all'incendio all'Arci di Castiglione del Lago: "Gravi atti di vandalismo"

Il sindaco Batino torna sull'incendio del Circolo Arci,allargando il discorso agli episodi di vandalismo che avvengono un po' in tutto il territorio comunale

Immagine d'archivio

“Non è stato un attentato ma resta un fatto grave, un inqualificabile atto di vandalismo dovuto all'ignoranza di qualche scellerato forse con problemi comportamentali: piena solidarietà ai volontari che tengono viva una struttura utilizzata da tutti i cittadini castiglionesi”.

Il sindaco Batino torna sull'incendio che fra sabato e domenica ha seriamente danneggiato il Circolo Arci di Castiglione del Lago che è anche sede dell'Unione Comunale PD di Castiglione del Lago, allargando il discorso agli episodi di vandalismo che avvengono un po' in tutto il territorio comunale. A Macchie, a Pozzuolo, nel capoluogo come in altre località, gli obiettivi sono i soliti: la pubblica illuminazione, le altalene e i giochi per bambini nei parchi, le fontanelle e gli impianti idrici in generale.

“Ci sono persone - sottolinea il sindaco - che non hanno meglio da fare che distruggere la cosa pubblica, senza avere rispetto per nessuno, neppure per i bambini che hanno diritto a giocare in sicurezza e senza rischi. Invitiamo la cittadinanza a fare quadrato ed a collaborare con l'ente ed i tutori della sicurezza, per segnalare gli episodi di vandalismo, al fine di far accertare le effettive responsabilità di questi atti vigliacchi e profondamente lesivi.

“Certamente – continua il primo cittadino- l'amministrazione comunale si costituirà parte civile in ogni procedimento penale che sarà attivato nei riguardi degli autori dei danneggiamenti. Tali scellerate condotte, non solo costano tante decine di migliaia di euro all'anno, distraendo risorse pubbliche che potrebbero essere utili in altri ambiti, ma arrecano un evidente pregiudizio all'immagine del territorio”.

Per ciò che riguarda i casi di Pozzuolo Umbro Sergio Batino raccoglie l'allarme di alcuni cittadini che non si sentono sicuri. “Non parlerei di "baby gang" ma la situazione è al centro della nostra attenzione: da sempre ci stiamo battendo per aumentare il contingente delle forze dell'ordine, ripristinando, se possibile, a Pozzuolo un distaccamento della Stazione dei Carabinieri di Castiglione del Lago”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento