Valnestore "Terra dei Fuochi", troppi quei casi di tumore: "il picco non è stato ancora raggiunto, bonifiche subito"

Bisogna fare presto! E' questo il motto del Comitato "Soltanto la Salute" che parla di una percezione dei casi di tumore in forte aumento. Mentre alcuni malati di tumore tramite l'avvocato Biscotti chiedono una nuova analisi epidemiologica. Ecco cosa accade al centro dell'Umbria "Verde"...

Una nuova analisi epidemiologica su tutti i comuni e territori che si trovano all'interno della Valle dei Fuochi dell'Umbria: ovvero quella Valnestore dove sta mettendo le mani la magistratura sequestrando terreni dove potrebbero essere state interrate ceneri tossiche provenienti da fuori regione, altri rifiuti delle antiche centrali a lignite e rifiuti solidi. Le prime certezze, su questo dramma, sono arrivate dopo le analisi dell'Agenzia regionale oer l'Ambiente chiamata in campo dai magistrati per analizzare le aree sottoposte a sequestro. Ma i cittadini di Piegaro, Panicale e di tutte frazioni della Valnestore (che si estende fino al marscianese) chiedono a gran voce, anche attraverso il comitato "Soltanto la Salute" - oltre 200 iscritti - di sapere cosa ci sia nel sottosuolo e dove con certezza per dare vita subito ad un'opera di bonifica che non è stata mai fatta. Vogliono conoscere  per agire subito e magari arginare quello che definiscono un vero e proprio contagio: i troppi casi di tumore che colpiscono le famiglie del posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Valnestore "terra dei fuochi", nuove analisi su terreni sospetti dopo i primi 10 carotaggi 

L'inquinamento, le sostanze tossiche o addirittura radiottive possono compromettere seriamente la salute di chi è costretto a starci in contatto, Piegaro, nei dati a disposizione della Regione, è il territorio con la più alta percentuale di malati di questa patologia in Umbria. Al secondo posto Città di Castello e poi Foligno e Perugia. Bonificare tutto quello che si può bonificare: è questo il grido del Comitato che si batte per dare un futuro normale ai propri figli e nipoti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 2 aprile: tutti i casi per comune di residenza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento