menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lo Stato fa poco, il popolo italiano molto: i sardi regalano mille pecore agli allevatori terremotati

Sono oltre 10mila i capi morti a causa del sisma del 24 agosto e del 30 ottobre. Con un trasporto eccezionale la Coldiretti sarda oggi ha regalato a 40 allevatori mille pecore per continuare a lavorare e ricostruire.

Un maxigregge di quasi mille pecore donate dai pastori sardi ai colleghi umbri ha rinnovato oggi a Cascia l’antica tradizione agropastorale della “paradura”, con la quale vengono offerte in dono una o più pecore a chi cade in disgrazia per risollevarne le sorti.  La consegna del gregge ha portato un clima di festa con uno scambio di prodotti tipici della tradizione sarda e umbra, rallegrato da musiche folcloristiche, coinvolgendo, per iniziativa della Coldiretti, centinaia di agricoltori e allevatori, oltre ai rappresentanti delle Istituzioni.

Il dono del maxigregge è stato possibile grazie ad una operazione logistica organizzativa senza precedenti coordinata dalla Coldiretti con l’arrivo di pecore da tutta la Sardegna, accolte in Umbria dal presidente e dal direttore della Coldiretti regionale, Albano Agabiti e Diego Furia. Un gesto di solidarietà che acquisisce ancora maggiore valore se si considera che tantissimi pastori si sono privati di parte del proprio gregge nonostante la drammatica situazione di crisi che sta vivendo l’allevamento in Sardegna dove si trova il 40% delle pecore italiane.

Un gesto che dimostra la grande solidarietà del popolo italiano che si contrappone alla lenta macchina dello Stato che al di là di decreti di carta è lentissimo nella fase dell'emergenza. Le macerie ancora si trovano nei comuni, i fondi per l'autonoma sistemazione arrivano in ritardo, le casette non sono presenti ovunque, la ricostruzione è ferma al palo e persino i fondi non sono certi. Le aziende costrette a delocalizzare a spese proprie. E sono tanti gli sfollati fuori dal cratere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento