menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valle dei Fuochi umbra e tumori, Pd e Cinque Stelle uniti: "Nuovi controlli, bonifica e risarcimenti ai cittadini"

Una mozione unitaria (un piccolo miracolo politico) a firma di Leonelli e Liberati spingerà la Giunta regionale ad effettuare nuovi controlli sui terreni a rischio, avviare un piano per la bonifica e rendere pubblici e approfonditi i dati su tumori e leucemie

Politicamente si tratta di una sorta di miracolo: il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle firmano insieme una mozione e questa viene addirittura votata a maggioranza. Giacomo Leonelli e Andrea Liberati hanno redatto un testo per fare chiarezza e chiedere, tramite la Giunta regionale, nuovi controlli sulla valle dei fuochi dell'Umbria, la Valnestore, dove sono avvenuti dei sequestri di terreni pubblici e privati perchè "farciti" di polveri nocive e rifiuti. E in queste zone i casi di tumori e leucemie, negli anni, sono sopra la media regionale. 

“Attivarsi presso Arpa e Usl affinché proseguano le indagini sui potenziali rischi - hanno scritto Leonelli e Liberati - per la salute dei cittadini della zona rendendo nota, sia per la Valnestore che per Fabro, i nuovi dati anche di natura epidemiologica; mettere in atto tutte le azioni e i provvedimenti per il ripristino della salubrità dei luoghi e la messa in sicurezza delle aree; avviare una perizia tecnica di parte pubblica, individuando i danni economici cagionati a cose e persone, richiedendo ad Enel i relativi risarcimenti ove fosse accertata una specifica responsabilità". 

E ancora si legge nella mozione: "Redigere, attraverso le strutture regionali, una carta tematica di sensibilità e rischio ambientale dell'area, per la predisposizione di un piano di messa in sicurezza e bonifica, valorizzazione territoriale, allo scopo di impegnare il Governo alla predisposizione di un programma specifico di interventi”. 

Soddisfatto il consigliere regionale del Pd, Giacomo Leonelli che ha ribadito che è stata scritta una pagina di buona politica e che va in direzione dei cittadini senza barriere ideologiche o partitiche: “Preso atto che oltre alla mia mozione del 30 marzo scorso ne era stata presentata un’altra, da parte del Movimento 5 Stelle, ho ritenuto giusto fare in modo che le due confluissero in una mozione unitaria, mozione che poi è stata votata all’unanimità, dimostrando quanto l’intera comunità regionale abbia a cuore il tema delle verifiche ambientali sullo stato di quelle aree”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento