Cronaca

Quel brutto vizio di gettare rifiuti dal finestrino: in tanti scoperti e multa da 600 euro

La Guardia forestale ha voluto vederci chiaro ed ha monitorare una strada statale lungo il comune di Valfabbrica. Tanti che gettano dal finestrino dell'auto i resti del pranzo, ma anche divani e resti di auto

Quel brutto vizio degli umbri: gettare i rifiuti in mezzo al verde che ha reso celebre in tutto il mondo la nostra regione. La Guardia Forestale ha staccato oltre 6mila euro di verbali a cittadini che abbandonavano rifiuti inquinanti lungo le piazzole di sosta della Strada Statale 318.

Dall'inchiesta del Corpo forestale è emerso che il “lancio del sacchetto” di rifiuti è una prassi molto in voga tra gli automobilisti di passaggio lungo la statale, ma non solo: infatti, nonostante l’esplicito divieto di abbandono di rifiuti, le aree di sosta sono periodicamente intasate da una serie di robaccia: dai resti del pranzo consumato in zona, agli pneumatici fuori uso, ai sedili di auto, paraurti, cruscotto e parabrezza, fino ad arrivare al vecchio divano di casa.

Ma stavolta si è risaliti ai cittadini vandali ad ognuno è stata contestata la sanzione amministrativa di seicento euro prevista dal Testo Unico Ambientale. Alcuni dei trasgressori sanzionati hanno provveduto alla immediata rimozione dei rifiuti, per altri il Comune di Valfabbrica ha emesso apposita ordinanza di rimozione e ripristino dello stato dei luoghi. Ma tanto del lavoro di rimozione e manutenzione delle piazzole è stato fatto dall’Anas che gestice questo tratto di strade.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quel brutto vizio di gettare rifiuti dal finestrino: in tanti scoperti e multa da 600 euro

PerugiaToday è in caricamento