Cronaca

Esplosione a Montemezzo, devastato casolare: muore uomo sotto le macerie, grave la moglie. Miracolata la coppia del primo piano

L'esplosione e poi il crollo di solai e facciate del complesso abitativo a Monte Mezzo nel comune di Valfabbrica

Un boato, poi le fiamme e infine il suono disperato delle sirene dei vigili del fuoco e delle ambulanze del 118. La quiete di Montemezzo - una frazione di montagna al confine tra Gualdo, Assisi e Valfabbrica - si è trasformata in angoscia e poi nel pianto del lutto dopo una esplosione avvenuta all'interno di un piccolo ma grazioso casolare che ospitava due coppie.

 

VIDEO/1 Ecco cosa è rimasto del casolare esploso

L'immobile è praticamente sventrato: il piano terra è distrutto, sono crollati solaio e due pareti. Una parte dei vigili del Fuoco scava tra le macerie e l'altra invece si occupa di arginare le fiamme che hanno invaso entrambi i piani - gli ultimi focolai saranno spenti nella tarda mattinata di oggi -. La coppia che vive al piano di sopra - sono rispettivamente un americano e una austriaca - sono i primi ad essere presi sottocura dal personale medico del 118: sono feriti lievi ma sotto choc; ricovero di 24 ore per loro all'Ospedale di Foligno.

VIDEO Esplosione in un casolare a Montemezzo, crollano il solaio e due pareti: le immagini dopo l'intervento di bonifica

 

La tragedia però è al piano terra: qui ci vivevano da tre anni un 60enne indiano e la sua compagna 70enne italiana, una coppia conosciuta nel territorio e perfettamente integrata. Si scava tra le macerie: la donna è ferita gravemente e viene portata con urgenza all'ospedale di Perugia. E' grave ma secondo l'ultimo bolletino medico non è in pericolo di vita. Sotto mattoni e calcinacci viene trovato anche il 60enne: purtroppo è deceduto. Inutile qualsiasi tentativo di rianimazione. Sul posto ci sono anche i carabinieri che dovranno indagare sulla tragedia. Ma cosa è successo in questo angolo di profonda Umbria Verde? Tutte le ipotesi portano ad una anomalia dell'impianto di Gpl che alimentava il casolare. 

IL BOLLETTINO MEDICO DELLE 15.50 - Non è in pericolo di vita, seppur le sue condizioni sono considerate gravi, la compagna - una donna italiana del 1951 - della vittima dell'esplosione del casolare di Montemezzo, avvenuta ieri notte poco prima della mezzanotte, nel comune di Valfabbrica. La donna, travolta dal solaio, si è salvata per miracolo ed è attualmente ricoverata all'Ospedale di Perugia nel reparo di Neurochirurgia con politraumi da schiacciamento. Insieme al campagno abitavano - in affitto, da oltre tre anni - in quel casolare di campagna al primo piano, dove secondo gli esperti è avvenuto lo scoppio forse causato da un'anomalia dell'impianto Gpl.

Ma le indagini sono in corso e sono affidate alle campagnie dei Carabinieri di Assisi e Gubbio. Non c'è stato nulla da fare per l'uomo, un indiano classe 1962 ma con passaporto americano, il cui corpo è stato estratto esanime dalle macerie (oltre al solaio sono crollate anche due pareti). Ricoverati all'ospedale di Foligno gli altri due abitanti del casolare, la cui dimora era al primo piano. Entrambi stranieri (uno statunitense e una austriaca, ma l'età e le generalità non sono state fornite). Il loro quadro clinico non è preoccupante e dovrebbero essere dimessi, salvo complicazioni, tra 24 ore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione a Montemezzo, devastato casolare: muore uomo sotto le macerie, grave la moglie. Miracolata la coppia del primo piano

PerugiaToday è in caricamento