menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asili Nido, i bambini tornano in classe, ma occhio alle vaccinazioni e alla scadenza per presentare i documenti

Il 1 settembre a Corciano riaprono le Scuole dell'Infanzia ed il Comune ricorda ai genitori le disposizioni in materia di vaccinazioni obbligatorie. La strategia adottata dalla Regione dell'Umbria sul decreto vaccini è comune su tutto il territorio

 Il 1 settembre a Corciano riaprono le Scuole dell'Infanzia ed il Comune ricorda ai genitori di tenere conto delle disposizioni legislative in materia di vaccinazioni obbligatorie (anti-epatite B, anti-tetano, anti-poliomielite, anti-difterite, l’antipertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, l’anti-parotite, l’antirosolia, anti-varicella -quest’ultima soltanto per i nati dal 2017, a partire dai 13 mesi - ndr).

In pratica, potranno accedere al servizio solo i piccoli vaccinati ed in grado di dimostrarlo. "Parliamo dei bambini nati dal 2012 al 2017 - spiegano dagli Uffici Comunali - le disposizioni per l’anno scolastico 2017/2018 danno come termine ultimo il 10 settembre per la presentazione della documentazione che attesti l'effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie previste per l’età.

Le Usl dell'Umbria, come ha ricordato l'assessore regionale alla Salute, Luca Barberini - sottolineano ancora - stanno recapitando alle famiglie con figli i certificati che attestano lo ‘stato di adempienza vaccinale', necessari per l'ammissione a scuola. Sono circa 120mila le lettere 'in viaggio', spedite secondo le scadenze previste dal decreto vaccini.

Entro il 10 settembre dovrebbero essere consegnate tutte quelle riferite ai bambini fino a 6 anni, mentre entro il 31 ottobre quelle dei ragazzi fino a 16 anni. Qualora la certificazione non fosse ancora arrivata - raccomandano dagli Uffici corcianesi - i genitori possono ricorrere all'autocertificazione e presentare i documenti successivamente. Vogliamo evitare la spiacevole circostanza che il primo giorno di riapertura dell'asilo non venga consentito l'accesso ai bambini che non risultano vaccinati".

La strategia adottata dalla Regione dell'Umbria sul decreto vaccini è comune su tutto il territorio, proprio per facilitare famiglie, Comuni, istituzioni scolastiche e sanitarie, così da consentire a tutti di frequentare asili nido, scuole materne. Una scelta definita in maniera condivisa con le Usl, rappresentanti dei Comuni e dell'Ufficio scolastico regionale. Tuttavia, chi volesse ottenere subito la documentazione può anche recarsi nei vari distretti e richiederla.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento