rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca

Vacanze sicure, i consigli della questura contro truffe e furti: "Attenzione all'uso dei social"

Vademecum e incontri in tutta la provincia, ma anche controlli rafforzati per il periodo clou dell'estate

Serrande abbassate, finestre chiuse. Il portone con le mandate inserite. Un vicino di casa, fidato, avvisato della vostra assenza che possa, magari, ritirare la posta. E poi, attenzione alle foto sui social. Il tramonto da sogno o la cena con gli amici sono un bel ricordo, ma possono diventare un incubo. Sicuramente un indizio per chi, invece di fare il classico appostamento sotto casa, prende in mano un telefonino e inizia a "spulciare" la vita virtuale del suo obiettivo. Fin troppo facile. 

Sono alcuni dei consigli che la questura di Perugia condividerà con i cittadini per le Vacanze sicure, visto l'avvicinarsi del periodo che solitamente richiama più vacanzieri alla partenza. Consigli pratici che si affiancano ai controlli sul territorio da parte di squadra volante e reparto prevenzione crimine, non solo lungo le direttrici di accesso alle città, a Perugia come nelle altre città della provincia, ma anche le zone residenziali che rimangono più isolate. Un'attenzione capillare che si misura in 12, 13 posti di controllo ogni giorno, su tutte le 24 ore. Perché la prevenzione, come i ladri, non timbrano il cartellino. 

Attenzione massima, è stato ribadito in questura presentando la campagna di sensibilizzazione e di incontri che parità questa settimana, alle truffe agli anziani. Vittime predestinate, ancora di più nel periodo delle verie quando più facilmente sono soli e quindi ancora più vulnerabili. Un consiglio su tutti: avere sempre un numero di telefono a cui poter fare affidamento in caso di visite strane: funzionari pubblici, sedicenti avvocati o componenti delle forze dell'ordine che chiedono soldi o di entrar e in casa per risolvere un problema in cui è incorso un parente. Nel dubbio, una telefonata al figlio, al nipote, al vicino di casa. "Basta un telefono sollevato per far cambiare intenzione a truffatori o cattivi intenzionati". 

Gli incontri prenderanno il via da Perugia, Bevagna, Città di Castello e Foligno, in accordo con le amministrazioni comunali e le associazioni del territorio. 

A presentare l'iniziativa, Riccardo Bordini, capo di gabinetto facente funzione, il responsabile della comunicazione, Roberto Conti, il capo della squadra mobile Gianluca Boiano, la dirigente della squadra volante, Monica Corneli, i commissari di Foligno e Spoleto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vacanze sicure, i consigli della questura contro truffe e furti: "Attenzione all'uso dei social"

PerugiaToday è in caricamento