rotate-mobile
Cronaca

Perugia, utilizza l'auto aziendale al di fuori dell'orario di lavoro per affari personali: condannato

L'imputato era accusato di non aver riconsegnato l'autovettura di servizio di una società di sicurezza e vigilanza

Un uomo è stato condannato a 2 mesi di reclusione (con pena sospesa) e 100 euro di multa, oltre al pagamento spese processuali per appropriazione indebita del mezzo aziendale.

L’imputato, difeso dall’avvocato Alessandro Stefanetti, era accusato di essersi impossessato dell’auto aziendale e di averla utilizzata per scopi personali. Il giudice ha stabilito che il risarcimento dei danni dovrà essere liquidato in sede civile e deciso anche il pagamento delle spese di parte civile, costituita tramite l’avvocato Maddalena Maccarone.

Per la Procura di Perugia l’imputato “per procurarsi un ingiusto profitto, in qualità di dipendente” di una società di sicurezza e vigilanza, “si appropriava dell’autovettura aziendale”, con tanto di logo della ditta, che gli era stata assegnata “per lo svolgimento dell’attività lavorativa”.

All’uomo è stata contestata anche l’aggravante di “aver commesso il fatto con abuso di prestazione d’opera”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, utilizza l'auto aziendale al di fuori dell'orario di lavoro per affari personali: condannato

PerugiaToday è in caricamento