menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gubbio, minaccia donna non vedente e il suo cane. La motivazione? Quei prosciutti pieni di pelo

E' stato condannato a otto mesi di carcere, pena sospesa, un uomo di Gubbio che aveva minacciato una donna cieca e il suo cane guida, perché sbattendo i tappeti riempiva di peli la sua dispensa dove aveva appeso dei prosciutti

La sentenza è arrivata ieri – 23 dicembre – alla Vigilia di Natale, dopo una lunga serie di udienze. A finire sotto processo un eugubino. L’elemento di discordia il balcone e quei tappeti che venivano continuamente sbattuti dalla donna non vedente, vittima di tutta l’astiosa faccenda, insieme al suo “fido” amico.

A difendere l’uomo, l’avvocato Marco Marmottini, come riporta il Giornale dell’Umbria. Secondo la donna, assistita invece dal legale Mario Monacelli, dopo un’iniziale periodo di ambientamento i periodo con il vicino si erano deteriorati al tal punto da portare l’eugubino a minacciare non solo lei, ma anche il cane guida.

Il problema erano proprio i peli di quel cani che, a dire dell’uomo, finivano nella dispensa di salami e prosciutti, accuratamente creata in una zona del garage. Dopo l’iniziale accusa di stalking con l'aggravante di essere già stato avvertito dal desistere dai comportamenti molesti, l'uomo è stato condannato ad 8 mesi, con pena sospesa, con il reato derubricato a tentata violenza privata e ingiuria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento