menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aerei più sicuri e a prova di fulmine grazie ai ricercatori dell'Università di Perugia

Aerei più sicuri grazie ai ricercatori dell'Università di Perugia. l gruppo di ricerca coordinato dal Dottore Antonio Faba, del Dipartimento di Ingegneria presso il Polo Scientifico didattico di Terni, pubblicherà sull’autorevole rivista scientifica IEEE Transaction on Magnetics i primi risultati di un progetto di ricerca finalizzato a creare sistemi di protezione che aumentino la sicurezza dei voli nel caso in cui un fulmine colpisca l’aereo.

“Tali eventi non sono rari – spiega l’Ingegner Faba - , poiché le statistiche indicano che ogni singolo aereo di linea è colpito almeno una volta all'anno da un fulmine durante il volo, o quando è fermo sulla pista di decollo: la nostra ricerca punta a scongiurare malfunzionamenti o guasti ai sistemi elettrici di bordo degli aeromobili.  Attraverso sperimentazioni realizzate grazie alla strumentazione acquisita con il contributo di oltre centomila proveniente dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, stiamo individuando tecniche di protezione innovative e maggiormente performanti rispetto a quelle finora utilizzate, in modo da garantire la sicurezza anche nelle situazioni meteorologiche più estreme”.

Collaborano con Faba il tecnico di laboratorio Francesco Tissi e il dottorando Hari Prasad Rimal, che si è aggiudicato recentemente una borsa di tre anni per svolgere attività di ricerca su questa tematica. Alcuni dei risultati ottenuti in questo progetto, hanno suscitato particolare interesse in diverse conferenze scientifiche internazionali, come la recente Conference on Electromagnetic Field Computation tenutasi a Miami in Florida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento