menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università, inchiesta Report sugli incentivi: "La Procura indaga su un centinaio di professori"

La trasmissione d'inchiesta di Rai Tre punta i riflettori sugli incentivi ai professori: "Furbetti per una manciata di euro"

L'Università di Perugia finisce nella bufera e sotto la lente di Report. La trasmissione d'inchiesta di Rai Tre punta i riflettori sugli incentivi ai professori. "Ai professori universitari la legge Gelmini aveva bloccato gli scatti di stipendio per cinque anni. Allora per compensarli è stato stanziato un incentivo una tantum di 108 milioni che ogni ateneo distribuisce ai più meritevoli con le proprie regole. A Perugia per esempio l’incentivo va da ottocento a cinquemila euro, ma capita che i soldi se li intasca anche il luminare che non si fa mai vedere in facoltà, mentre i docenti che si impegnano restano esclusi".

E Report fa nomi e cognomi dei luminari dell'Università di Perugia. Spiega Sigfrido Ranucci, lanciando il servizio: "Ogni università detta le sue regole per elargirle l'incentivo. Per esempio l’università di Perugia ha stabilito che oltre al requisito del merito c’è anche quello della presenza nel consiglio di dipartimento e nel consiglio di facoltà, richiede il più 50% e più il 60%. Si tratta di una manciata di euro, perché stiamo parlando dagli 800 a cinquemila euro lordi. Solo che qualcuno per portarseli a casa ha fatto il “furbetto”. 

Il Rettore Moriconi ha spiegato che "ci sono delle indagini in corso. Massimo rispetto per tutti. E io non ho fatto domanda per gli incentivi". In conclusione di servizio, Ranucci anticipa che "la Procura di Perugia sta indagando su un centinaio di professori. L'ipotesi di reato arriva a truffa ai danni dello Stato".

VIDEO: Presenze ingiustificate, il servizio completo di Report sull'Università di Perugia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento