menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo prestigioso premio all'Università di Perugia: ecco la ricerca innovativa

Un gruppo di ricerca dell’Università degli Studi di Perugia composto dal dottor Francesco Diotallevi, dalla dottoressa Chiara Paffarini e dal professor Andrea Marchini ha ottenuto il premio “Highly Recommended Paper 2015”

Un gruppo di ricerca dell’Università degli Studi di Perugia composto dal dottor Francesco Diotallevi, dalla dottoressa Chiara Paffarini e dal professor Andrea Marchini ha ottenuto il premio “Highly Recommended Paper 2015”. Viene assegnato, ogni anno, dall’EmeraldGroup Publishing Limited, una delle più importanti case editrici scientifiche al mondo, ed è riservato ai migliori articoli pubblicati nelle proprie riviste, scelti, per l’assegnazione del riconoscimento, dalla redazione scientifica della casa editrice, coadiuvata da un gruppo di esperti.

L’articolo vincitore si intitola “Visualization and purchase: an analysis of the Italian olive oil grocery shelves through an in-situ visual marketing approach”, (Visualizzazione e acquisto: un’analisi degli scaffali degli oli d’oliva italiani, attraverso un approccio visuale sul posto) pubblicato nella rivista “Market Research: An International Journal”. E’ frutto di una ricerca sperimentale ad opera del dottor  Francesco Diotallevi, coadiuvato dalla dottoressa Chiara Paffarini, coordinata dal professor Andrea Marchini, del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Ateneo di Perugia. L’articolo porta anche la firma dei dottori Antonio Stasi e Antonio Baselice, che hanno supportato il processo sperimentale e l’elaborazione dei dati, entrambi dell’Università di Foggia. Ieri la dottoressa Wendy Knox, business manager dell’Emerald Group, è giunta a Perugia per la consegna del premio, cerimonia alla quale ha partecipato il professor Francesco Tei, direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali.

La ricerca ha studiato l’implementazione di strumenti visivi e informatici applicati ai clienti di supermercati e ipermercati della Grande Distribuzione Organizzata e viene esposto un caso studio applicato allo scaffale oli di un’insegna della Gdo presente nel territorio umbro. Tali strumenti permettono di verificare i movimenti del consumatore sugli scaffali e  le zone dove il cliente torna con maggiore frequenza e sosta per più tempo. Tali informazioni, opportunamente elaborate ed analizzate, permettono di conoscere le dinamiche visive che poi portano alle decisioni di acquisto. Tali evidenze hanno delle importanti implicazioni pratiche per guidare le strategie di marketing delle aziende produttrici di olio, nonché le scelte di posizionamento dei prodotti sugli scaffali della Gdo. Il modello è applicabile a qualsiasi settore commerciale e verso ogni tipologia di scaffale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento