menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia fa scuola nel mondo: grande riconoscimento per la lotta contro una delle malattie più diffuse

Il programma- sia per gli adulti che per l'età evolutiva- si fonda sui tre aspetti chiave. Insieme, sinergicamente, permettono di ridurre obesità e diabete tipo 2 ad essa associato e aumentare la qualità della vita

Importante riconoscimento per il  Centro Universitario di Ricerca Interdipartimentale sull’Attività Motoria dell’ Università di Perugia (C.u.r.i.a.m.o.): il suo modello è stato riconosciuto da JA-Chrodis come "good practice" (buona pratica) nella lotta a obesità e diabete del tipo 2, la forma più diffusa negli adulti. 

Ja-Chrodis, joint action co-fondata dall’Health Program dell’Unione Europea, è nata da una collaborazione di più di 70 partner (tra cui dipartimenti nazionali di salute e istituti di ricerca di 25 paesi) che lavorano insieme per identificare, validare e disseminare in Europa e nel mondo – superando il più possibile i confini nazionali - buone pratiche (evidence-based) per la lotta alle malattie croniche tra cui obesità e diabete tipo 2.

Il riconoscimento al modello del C.u.r.i.a.mo è fonte di soddisfazione per il gruppo di lavoro interdisciplinare che è stato coordinato in questi anni dal Prof. Pierpaolo De Feo e che oggi prosegue le sue attività sotto la direzione sanitaria del Prof. Carmine Fanelli e la direzione scientifica della Prof.ssa Claudia Mazzeschi. Il programma- sia per gli adulti che per l’età evolutiva- si fonda sui tre aspetti chiave di un intervento lifestyle: nutrizione, attività fisica e sostegno psicologico al cambiamento. Insieme, sinergicamente, permettono di ridurre obesità e diabete tipo 2 ad essa associato e aumentare la qualità della vita.

Ed è proprio l’approccio multidisciplinare a un sano stile di vita accanto ad un intervento basato sulle caratteristiche e i bisogni dei pazienti (patient centered care) che sono stati identificati dalla Commissione di CHRODIS deputata a valutare l’efficacia del C.u.ri.a.mo. quali fattori del successo del modello e dimostrato non solo dai dati ma anche dalla voce dei pazienti. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito: www.chrodis.eu alla voce Good Practices nonché sul sito del Centro www.curiamo.unipg.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento