menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ultimo atto di Bistoni, i ricercatori perugini aiuteranno a sconfiggere la malaria in Guinea

I professori di Medicina dell'Università degli Studi collaboreranno con l'Università Nazionale della Guinea Equatoriale: firmato l'accordo che porterà anche a partecipare ad un bando di concorso da 3milioni di euro dell'Unesco. Inoltre 10 borse di studio a studenti per venire a Perugia

L'Università di Perugia è sempre più internazionale. Firmato infatti questa mattina (28 ottobre) un accordo di cooperazione internazionale fra l’ Ateneo perugino e l’Università Nazionale della Guinea Equatoriale. L'accordo prevede due protocolli d'intesa: uno più generale riferito a scambi di studi e borse di studio per studenti africani, l'altro inerente ad alcuni studi in campo medico.

Il secondo infatti è più specifico e riguarda alcuni studi di genomica effettuati facoltà di medicina di Perugia riguardo alla malaria. Ricerche molto apprezzate dei professori della Guinea che hanno chiesto d'intensificare la collaborazione, invitando l'università di Perugia a partecipare ad un bando internazionale di 3 milioni di dollari indetto dall'Unesco proprio sugli studi sulla malaria che tanti morti continua a fare in tutto il continente africano.

Presenti alla firma i Rettori dei due Atenei, Francesco Bistoni e oltre all’Ambasciatore della Guinea Equatoriale in Italia Cecilia Obono Ndong, accompagnata dal Console Santiago Medang. Per l’Università di Perugia erano presenti la professoressa Elda Gaino, Pro-Rettore vicario e delegato per i rapporti internazionali, Antonio Pieretti, professore emerito, i Presidi e i nuovi Direttori dei Dipartimenti

"Un reale passo concreto per un’attività di collaborazione scientifica e di scambio di studiosi fra l’Ateneo di Perugia e il Paese dell’Africa centrale. - ha specificato il magnifico Rettore Bistoni - Questo era un accordo costruito nel tempo che era in programma e non mi piace pensare che sia l'ultimo atto come Rettore, diciamo che vado in pensione lasciando in eredità un'Ateneo sempre più internazionale, sono quasi 400 gli accordi con università di altri paesi".

Nel dettaglio il protocollo generale riguarda l'erogazione di diverse borse di studio per studenti della Guinea Equatoriale, per la precisione le borse sono 10 e tutte finanziate dalle 'Officine Piccini': 5 riguarderanno corsi di medicina mentre gli altri 5 in agraria e studi agroalimentari. Le borse che copriranno i costi di iscrizione e di alloggio degli studenti, saranno intitolate alla 'first lady' della Guinea Equatoriale. A questo proposito è stata fissata per il prossimo aprile la visita del Presidente della Repubblica della Guinea Equtoriale a Perugia per rimarcare ancor di più l'importanza e la volontà di rispettare l'accordo firmato oggi.

"Molto significativo è l'appoggio del governo africano - ci spiega il Professor Fornaciari da Passano - E' infatti un accordo che va oltre le università e che coinvolge non solo il governo della Guinea ma anche realtà imprenditoriali come 'Officine Piccini' che finanziano queste 10 borse e anche altre attraverso la Regione e altri enti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento