Cronaca

Università di Perugia, arriva il primo sì per il doppio libretto per trans e transgender

Per l'Udu si tratta di un primo passo importante verso un riconoscimento che è definito "un segno di civiltà, di rispetto della dignità umana". Ecco di cosa si tratta

Primo "si" per l'iter dell'istituzioni anche all'Università di Perugia del cosiddetto "doppio libretto" per gli studenti universitari transgender e trans. L'approvazione all'unanimità è avvenuta nel Consiglio degli Studenti dopo la proposta dell'Udu che è stata supportata anche da una bozza di regolamento redatta dal circolo Omphalos di Perugia.

Qualora dovesse arrivare anche il voto favorevole del Senato Accademico - l'iter è piuttosto lungo ma si punta ad una approvazione prima del prossimo anno accademico -  gli studenti trans o transgener potranno così richiedere la stampa di un nuovo libretto con un nuovo nome corrispondente al genere a cui si sentono di appartenere. Gli sarà permesso di utilizzare un alias nel percorso di studi. Il doppio libretto è già stato approvato negli Atenei di Firenze, Catania, Torino, Milano, Padova, Verona, Bologna, Bari, Napoli e Urbino.

"La norma è definita doppio libretto - come si legge nei siti degli atenei che hanno approvato il provvedimento - proprio perché al momento dell’iscrizione agli studenti verrà consegnato il libretto corrispondente all’anagrafica della Carta d’Identità. Successivamente potranno richiedere un nuovo libretto, con la foto e l’alias con cui intraprenderanno il percorso di studi". Per l'Udu si tratta di un primo passo importante verso un riconoscimento che è un segno di civiltà, di rispetto della dignità umana. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università di Perugia, arriva il primo sì per il doppio libretto per trans e transgender

PerugiaToday è in caricamento