menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Università di Perugia non dimentica i terremotati. Moriconi: "Niente tasse per chi arriva dalle zone del cratere".

Agevolazioni anche per i fuori-regione di Marche, Lazio e Abruzzo. Ecco i parametri previsti per ottenere i benefici approvati dall'Ateneo perugino

Una importante notizia per le famiglie che hanno subito il terremoto del Centro italia del 24 agosto e del 30 ottobre del 2016 arriva dal Senato Accademico dell'Ateneo di Perugia. Il Rettore Franco Moriconi ha deliberato anche per l'anno accademico 2017-18 un importante provvedimento sociale nei confronti di matricole, iscritti e i loro nuclei familiari (alle prese con la ricostruzione e con il lavoro che stenta a ripartire): sotto un reddito di 30mila saranno esentati dal pagamento delle tasse universitarie. E questo un provvedimento completamente a carico delle casse dell'Università. Il beneficio in Umbria è esteso per tutti coloro che sono residenti nei comuni del cratere del sisma.

Ma il Rettore Moriconi è andato oltre: esenzione delle tasse sotto i 30mila euro di reddito anche per coloro che sono residenti a Spoleto e Fabriano (An), in provincia di Macerata, Ascoli Piceno, Rieti e Teramo. Questa categoria per ottenere il beneficio però dovrà presentare l'attestazione di inagibilità parziale o totale dell'abitazione dove vi è la residenza. La manovra dell'Unipg nel passato anno ha portato ad una riduzione di entrate di 300mila euro ma non ci sono stati problemi ai fini del bilancio. Moriconi, il Rettore, ha ribadito che è un atto dovuto per i giovani e le loro famiglie che devono pur ritornare alla normalità dopo la drammatica esperienza del terremoto che inevitabilmente incomberà a lungo sulle loro vite e sui loro stili di vita. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento