menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verso la zona rossa per Natale 2020: ecco cosa cambia da oggi in Umbria fino al 23 dicembre

Dalle 5 del mattino di oggi si è passati dalla zona gialla normale a quella "potenziata": un primo assaggio delle restrizioni che scatteranno pesanti con l'alternanza di zona rossa e arancione per le feste

21 dicembre 2020: primo giorno di nuove restrizioni imposte dal Governo Conte all'Umbria come al resto del Paese, primo giro di vite in direzione feste dove si alterneranno moltissima zona rossa - nei giorni 24-25-26-27 31 dicembre e 1-2-3-5-6 gennaio 2021 - e alcuni giorni di restrizioni medie, ovvero la zona arancione dal 28-29-30 dicembre e 4 gennaio 2021. Il piano anti-contagio del Governo è talmente colorato quanto farraginoso e difficile da fissare nella mente a causa dei repentini cambi di normative in base a giorni festivi, pre-festivi e lavorativi.

Va chiarito a questo punto che oggi fino al 23 dicembre siamo in Umbria ancora in zona gialla ma con delle restrizioni aggiuntive: dalle 5 di questa mattina è imposto il divieto di spostarsi tra regioni anche se in fascia gialla (esempio: stop visite o acquisti dall'Umbria verso le confinanti regioni di Marche, il Lazio e Toscana). Vietato anche il trasferimento verso seconde case fuori-regione, mentre gli spostamenti oltre i confini regionali - con auto-certificazione - sono ammessi per lavoro e per motivi di salute. Chiunque, se si trova fuori, può ritornare alla propria residenza o domicilio in qualsiasi momento. E' consentito trasferirsi in seconde case ma all'interno della stessa regione dal 21 dicembre al 6 gennaio ma con la seguente regole: due adulti e figli disabili o under 14.  

Da oggi al 23 dicembre prossimo, essendoci la zona gialla comunque, è confermata la libera circolazione su tutto il territorio regionale senza auto-certificazione. Tutte le attività commerciali sono aperte fino alle 21; bar e ristoranti open a pranzo e fino alle 18, poi possibilità per asporto e domicilio. Confermatissimo il coprifuoco che ormai vige da tempo: non si può uscire dalla propria abitazione dalle 22 alle 5 della mattina successiva. A queste regole del Governo nazionale possono esserci anche delle ulteriori restrizioni imposte dalle Regioni e dai comuni tramite ordinanza specifiche per un territorio. Come ad esempio a Gualdo Tadino dove il coprifuoco scatta un'ora prima alle 21 e finisce un'ora dopo alle 6. E siamo solo all'inizio: dal 24 con la zona rossa ripartirà lo schema del tutti a casa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento