menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, l'Umbria vara il Vax Day per il 25 aprile: vaccino anticipato per 5mila over 80anni (prenotati a maggio e giugno)

L'annuncio porta la firma dell'assessore Luca Coletto nel corso della conferenza stampa sull'andamento della pandemia

Il 25 aprile prossimo in tutta l'Umbria sarà organizzato il Vax Day. L'annuncio è stato dato dall'assessore Luca Coletto nel corso della conferenza stampa sull'andamento dell'epidemia in Umbria. Obiettivo: vaccinare in anticipo gli ultra 80enni che si erano prenotati per maggio e giugno. Si ipotizzano 5mila somministrazioni per il 25 aprile: i cittadini chiamati si dovranno rivolgere al proprio punto vaccinale comunale o di distretto. Se qualcuno resterà indietro verrà recuperato senza problemi nelle settimane prossime.

Si cerca di vaccinare tutti gli ultra 80enni entro aprile (almeno prima dose). Il vaccino che sarà utilizzato è il Moderna, similare del più utilizzato Pfizer. Prossimo passaggio, se il Vax Day andrà come le previsioni, saranno anticipate progressivamente anche le dosi di vaccino ai 70enni, alle categorie dei fragili e i loro conviventi e accompagnatori.  "Cerchiamo dunque di velocizzare ancora di più con i vaccini per mettere in sicurezza la salute degli umbri e allo stesso tempo permettere all'economia di riprendere il primo possibile anche in vista della cruciale stagione estiva": ha spiegato in video-conferenza stampa l'assessore Luca Coletto.   Ai destinatari verrà inviato un sms con indicazione del punto vaccinale in cui recarsi e l’orario dell’appuntamento. Per ulteriori informazioni si potrà contattare tutti i giorni dalle 8 alle 20 il Numero Verde dedicato 800.192.835

Il Commissario Straordinario anti-Covid, D'Angelo, ha ribadito che saranno inviate altre 5mila dosi ai medici di famiglia - Astrazeneca - per continuare la campagna per i 70enni. Oggi arriveranno oltre 5mila dosi di Johnson & Johnson metre dalla prossima settima il Governo si è impegnato ad aumentare le dosi: in arrivo 30mila dosi di Pfizer.

Da oggi parte la trattiva tra la sanità regionale e le associazioni di categoria per trovare un accordo per vaccinare i lavoratori nei propri luoghi di lavoro quando ci saranno le scorte sufficienti. "Molte aziende hanno dato la loro disponibilità per effettuare una campagna all'interno i propri stabili. E' una opportunità che permetterebbe di velocizzare ancora di più l'intervento massivo che dobbiamo portare avanti per tutelare gli umbri e mettere in sicurezza le riaperture estive". Per i 60-69 anni si attende il piano nazionale per poter programmare l'inizio delle prenotazioni e la prima somministrazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento