menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino, Commissario straordinario D'Angelo: "Dai primi di aprile pronti per la copertura delle categorie fragili"

In queste ore è stata istituita la task-force che sta programmando le dosi per pazienti con gravi patologie senza distinzione di età

Dai primi di aprile sarà possibile prenotare  la vaccinazione per le persone facenti parte delle categorie definite fragili (con patologie al di là dell'età del paziente). Si ipotizza un bacino di 80mila persone. Il Commissario straordinario Covid, Massimo D'Angelo, in conferenza stampa sull'andamento della pandemia, ha spiegato che sono state istituite delle squadre specifiche per l'identificazione di tutti i soggetti di queste categorie fragili proprio  per una programmazione adeguata e in tempi brevi per la totale copertura con le due dosi di vaccino.

La somministrazione avverrà nei punti specifici con tanto di scambio di informazioni con i medici curanti dei soggetti fragili. Confermata, come per gli over 80enni, la possibilità di somministrazione del vaccino direttamente a domicilio per i soggetti che non sono autosufficienti o non possono lasciare, per motivi di salute, la propria abitazione. La comunicazione ufficiale sarà data, con giorno e orario dell'inizio delle prenotazioni, nei prossimi giorni. Al momento è stato istituita la macchina e si stanno identificando, uno per uno, gli aventi diritto. 

L'ANTEPRIMA - A Terni, secondo l'Azienda Usl Umbria 2, le sedute vaccinali in favore di soggetti fragili sono in piccola parte iniziata. Questa mattina il team vaccinale diretto dal dr. Stefano Federici ha somministrato circa 90 dosi di vaccino BioNTech Pfizer agli assistiti dei centri diurni della città, il Centro “S. Efebo” nel quartiere San Valentino, il Centro “Arcobaleno”, in zona Ospedale e il Centro “La Cometa”, nel comune di Acquasparta. Con la vaccinazione dei disabili adulti dei centri diurni, si entra da questa mattina nella fase due del Piano strategico nazionale dei Vaccini che indica, come categorie prioritarie, le persone vulnerabili ed i malati cronici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento