Umbria, l'orrore in casa: violenta la figlia per anni, 43enne arrestato

Arrestato dalla Squadra Mobile dopo le segnalazioni della ragazza attraverso la app Youpol. La giovane è stata portata in ospedale e poi in un centro per minori

Padre padrone finisce in cella con l’accusa più aberrante: avere violentato la figlia per anni. Si tratta di un cittadino filippino di 43 anni, incensurato e regolarmente residente a Terni, arrestato ieri – 7 gennaio - dalla polizia di Stato ternana con l’accusa di violenza sessuale nei confronti della figlia minore, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Terni su richiesta della procura della Repubblica.

L’indagine nasce da una segnalazione anonima su Youpol (l’app realizzata dalla polizia di Stato per segnalare episodi di spaccio e bullismo, ed estesa, lo scorso anno, anche ai reati di violenza che si consumano tra le mura domestiche) del 1 gennaio, relativa ad una presunta violenza sessuale subita dalla figlia 17enne ad opera del padre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento