rotate-mobile
Cronaca

Umbria, giovanissimi ma già pieni di precedenti: discoteca vietata

Daspo urbano di sei mesi per due ragazzi della provincia di Perugia e per un ternano dopo i controlli in un locale di Montecastrilli

Niente discoteca, neanche da fuori. Daspo urbano di sei mesi per ragazzi di vent’anni: la decisione del questore di Terni, Bruno Failla, arriva dopo la segnalazione arrivata dai carabinieri di Montecastrilli e soprattutto dopo una serie di controlli effettuati nei pressi di una discoteca del posto.

Il provvedimento prende le mosse dalla segnalazione dell’Arma relativa alla “pericolosità dei comportamenti di taluni frequentatori della discoteca”. In particolare, i tre ragazzi – due della provincia di Perugia e uno ternano – lo scorso 22 luglio sono stati sorpresi in stato di manifesta. Inoltre, a loro carico sono stati evidenziati una serie di precedenti penali tra cui violenza a pubblico ufficiale, violenza privata, segnalazioni per stupefacenti e per violazioni alle norme anti Covid19, per uno dei due 19enni; spaccio di sostanze stupefacenti, percosse, lesioni personali, violazione di domicilio, furto aggravato nell’ambito del bullismo, porto di oggetti atti ad offendere, guida sotto l’influenza dell’alcol e più volte segnalato per violazioni alle norme anti-Covid19, per l’altro 19enne; mentre il 21enne ternano è stato più volte segnalato per possesso di oggetti atti ad offendere e minaccia.

Dai controlli in banca dati è anche emerso che tutti e tre, anche in tempi recenti, sono stati più volte controllati, anche in orari serali e notturni, mentre erano in compagnia di persone gravate da precedenti penali o di polizia per reati contro la persona e contro il patrimonio.

Il divieto non permetterà ai tre la frequentazione della discoteca di Montecastrilli per sei mesi e nello stesso periodo non potranno stazionare nelle immediate vicinanze del locale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, giovanissimi ma già pieni di precedenti: discoteca vietata

PerugiaToday è in caricamento