rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca

L'azienda si trova senza acqua per via di una super cartella per le bollette non pagate. Il giudice dà ragione all'impresa: ecco perchè

Bollette non pagate per oltre 3mila euro, Umbra Acque stacca la fornitura ad una piccola a azienda artigianale di Panicale, ma il giudice ordina l'immediato riallaccio e dichiara prescritto il debito. La titolare dell'azienda, assistita dall'avvocato Gianluca Bisogno, si è trovata a doversi difendere davanti al giudice del Tribunale civile di Perugia, dopo aver ricevuto la richiesta di pagamento di bollette arretrate per oltre 3.500 euro. Bollette che, però,  lei non ha mai ricevuto e in ogni caso erano relative ai consumi del precedente titolare del contratto di fornitura.

Documenti alla mano la titolare ha dimostrato che appena preso possesso dello stabile, a febbraio del 2017, aveva fatto la voltura del contratto per l'acqua e di aver sempre pagato le bollette nel corso degli anni seguenti. Il debito era stato contratto dal precedente titolare e un duplice errore degli uffici della società di fornitura dell'acqua, ha portato a non riscuotere presso lo stesso i soldi delle bollette non pagate e di richiederli alla nuova titolare, ma senza mandare le bollette stesse né i solleciti.

Non solo, alcune bollette che avrebbe dovuto pagare la nuova titolare del contratto, non sono mai state recapitate per mancato aggiornamento dell'indirizzo e dei dato dell’utente attuale. Alla fine il giudice ha stabilito che Umbra Acque non poteva effettuare il distacco dell'utente e che le bollette arretrate sono prescritte, sia quelle relative al vecchio titolare del contratto sia quelle poche per la nuova utente.                                                                         

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'azienda si trova senza acqua per via di una super cartella per le bollette non pagate. Il giudice dà ragione all'impresa: ecco perchè

PerugiaToday è in caricamento