Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Vaccini, in arrivo dosi Pfizer e Moderna: parte la somministrazione per gli ultra 80enni

Con le scorte previste a febbraio si chiude il cerchio della seconda somministrazione per i sanitari. La Fondazione Gimbe promuove la Regione Umbria

Se le consegne saranno rispettate da parte delle multinazionali del farmaco dal 2 febbraio prossimo inizieranno ad arrivare 28mila dosi del vaccino Pfizer e 9500 dosi di quello di Moderna. Una mole tale che permetterà - come riferito dal commissario Covid  Massimo D’Angelo - di completare il secondo giro a cui è stata somministrata la prima dose (operatori sanitari e pazienti delle Rsa) e iniziare anche la somministrazione per altre categorie come farmacisti, medici di base, odontoiatri e altre categorie mediche. Ma la novità è che c'èmuna data per iniziare la somministrazione per gli anziani ultra 80enne previsti nella Fase 1: dall'otto febbraio.

Per farlo le autorità sanitarie stanno stilando un piano con i medici di famiglia finalizzato alla raccolta del consenso, l'individuazione delle priorità e la possibilità di somministrarlo direttamente a domicilio.  "Ci atterremo al Piano e in proposito – ha concluso D’Angelo – è di questi giorni uno studio della Fondazione Gimbe che ha evidenziato che la Regione Umbria è la più appropriata nella somministrazione del vaccino alle categorie previste”. Il direttore regionale sanità e welfare Dario ha poi sottolineato che “non è la numerosità dei vaccini a preoccupare, ma il vero problema è l’arrivo dei vaccini e la possibilità di pianificarne la gestione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, in arrivo dosi Pfizer e Moderna: parte la somministrazione per gli ultra 80enni

PerugiaToday è in caricamento