Trovata senza vita in casa con una ferita alla testa: addio ad una insegnante

Il cadavere è stato scoperto da un familiare che era andato a farle visita nella casetta di via degli Alfieri a San Giustino

La morte di una insegnante in pensione, trovata con una vistosa ferita alla testa nel suo appartamento, è stato un "giallo" per alcune ore nelle mani di Carabinieri e Procura della Repubblica. La donna era stata scoperta da un familiare che le era andato a fare visita nella casetta di via degli Alfiere a San Giustino. Il personale del 118, una volta chiamato, non ha potuto fare altro che constatarne la morte e hanno contattato i carabinieri che hanno iniziato ad analizzare le cause e le dinamiche del decesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' stato necessario l'intervento anche del medico legale inviato dal magistrato di turno che, dopo le prime ispezioni, ha sciolto tutti i dubbi. Secondo il sito locale Atvreport, da una prima e parziale ricostruzione, sembrerebbe che la donna sia morta per via di un incidente domestico; nel cadere avrebbe urtato con violenza la testal Il corpo è stato già riconsegnato ai familiari, su disposizione del magistrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento