Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Umbria, regione cardioprotetta: nuova accelerazione per corsi salva-vita e incontri

A breve un incontro tra Paola Fioroni e rappresentanti delle Associazioni

Umbria, regione cardioprotetta. A breve un incontro tra Paola Fioroni (Vicepresidente dell’Assemblea Legislativa Regione Umbria) e rappresentanti dell’Associazionismo. Intanto una circolare dell’INAIL invita le aziende ad acquistare defibrillatori. Proponendo il vantaggio di un 27% di sconto sui contributi. Senza contare la defiscalizzazione delle somme impegnate per acquisto attrezzature e formazione del personale. In Umbria, in materia di defibrillatori, non siamo all’anno zero. C’è, anzi, da rilevare che città come Perugia, Gubbio, Terni sono all’avanguardia.

Con punte d’eccellenza, come nell’azienda metalmeccanica Piccini, dove si attua da tempo una politica ultramoderna in materia di prevenzione, con defibrillatori a disposizione e corsi di formazione per un loro uso appropriato. Su questo fronte, il consigliere regionale Paola Fioroni ha indetto, per il 22 di settembre, un incontro con vari soggetti impegnati sul campo. Tra i convocati, il fondatore e presidente dell’Associazione “Angeli del cuore”, Carmine Camicia.

Il dinamico rappresentante del sindacato nazionale Confsal-Fesica annuncia peraltro un’iniziativa avente carattere di eccezionalità. Ossia un corso di formazione per non vedenti. Una chicca a livello nazionale ed europeo. Dunque, Umbria come regione prototipo di sensibilità e organizzazione territoriale sul piano della cardioprotezione. Non c’è che da rallegrarsene.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, regione cardioprotetta: nuova accelerazione per corsi salva-vita e incontri

PerugiaToday è in caricamento