L'ex Procuratore Cardella vigilerà sugli appalti sulla ricostruzione: anche da 'pensionato' in prima linea contro la mafia

Altro incarico (a zero euro) per il magistrato che dopo la battaglia all'usura, ha accettato l'incarico per aiutare la ricostruzione post-sismica in Umbria-Marche

Una pensione ricca di impegni per tutelare il suo Paese e mettere ancora in moto la sua grande esperienza anti-mafia. Oltre alla guida della Fondazione umbra anti-usura, il procuratore perugino d'adozione Fausto Cardella - già procuratore generale presso la Corte di Appello di Perugia -  entra a far parte, a titolo gratuito, della struttura commissariale per la ricostruzione post sisma in qualità di supervisore del sistema di controlli messi in atto per ciò che riguarda la legalità dei cantieri e delle ditte che vi operano.

L'annuncio è stato dato direttamente dal commissario per la ricostruzione Giovanni Legnini. "Sono in fase di attivazione i protocolli di legalità per i controlli sui cantieri, per il contrasto alle infiltrazioni della criminalità e del lavoro nero. Il coordinamento del lavoro di implementazione dei protocolli e di monitoraggio è stato affidato al procuratore Cardella".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento