Concorso Ospedale di Branca, richieste di accesso agli atti e diffide in Regione

Tutto questo a riguardo un concorso dell'Usl Umbria 1 per un posto da primario all'Ospedale di Branca

Una richiesta di accesso agli atti da più candidati e persino diffide ufficiali per congelare l'incarico. Tutto questo a riguardo di un concorso - molto atteso dal territorio e più volte sollecitato dai sindaci - dell'Usl Umbria 1 che ha permesso di mettere in pianta organica all'Ospedale di Branca un nuovo primario per l'Unità Operativa complessa di Chirurgia. Il prescelto è stato presentato lo scorso 5 ottobre: si tratta di Andrea Tamburrini, pesarese 51 anni, laureato al Politecnico di Ancona.

Si diceva, diffide e richiesta di accesso agli atti, che per onestà di cronaca, possono anche essere spazzate via in un secondo dal vento degli atti ben fatti e rispettosi delle normative. Comunque, i dubbi alimentati da una parte degli altri 10 candidati restano. In 5 hanno fatto ufficiale richiesta degli atti sulle selezioni espletate e valutazioni su curriculum depositati. Alcune diffide e richieste di riesame sono arrivate ai vertici della Regione dell'Umbria - la Presidente Tesei e l'assessore Coletto - oltre che ai dirigenti sanitari competenti fino ad arrivare, seppur per conoscenza, alla Procura della Repubblica.

Insomma diffide e richieste dove si chiede un'azione di autotutela finalizzata alla sospensione dell'incarico, in attesa di verifiche ulteriori sulla quantità di interventi chirurgici eseguiti dal dottor Tamburini e sulla qualita delle strutture presso le quali ha prestato servizio, di strutture sanitarie. In caso di mancata verifica si prospettano imminenti ricorsi giudiziali. E i ricorsi, in via teorica, possono essere anche più di uno viste le 5 richieste di accesso agli atti. Comunque va ribadito che ad oggi la selezione e la nomina del nuovo primario è valida, validissima ed è giusto che si possa procedere a rivitalizzare una unità operativa fondamentale per la salute dei cittadini del territorio e non solo. Tamburini, il nuovo primario, è già all'opera. Seguiremo l'evoluzione di questa diffida e restiamo a disposizione delle autorità sanitarie per ascoltare e pubblicare altre opinioni in merito.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento