Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Umbria, perde il lavoro e la casa: madre costretta a vivere in auto con il figlio. Il grande gesto dei poliziotti

Gli agenti della Stradale hanno acquistato alcuni generi alimentari e consegnato alla donna una somma di denaro per fare fronte alle esigenze più immediate

La segnalazione giunta alla polizia di Stato di Orvieto parlava di un’auto sospetta, ferma da giorni nel parcheggio dell’area di servizio Fabro est lungo l’autostrada del sole. Ma quella che hanno scoperto gli agenti della Stradale arrivati sul posto, è stata una storia commovente.

Dentro la Fiat Panda c’erano effettivamente due persone, madre e figlio. Ed erano lì da alcuni giorni. “Ho perso il lavoro”, ha raccontato la donna agli agenti. E con la perdita del lavoro, la sua situazione economica è precipitata, anche a causa di una situazione famigliare piuttosto complicata, tanto da dover lasciare la casa dove viveva assieme al figlio.

L’unico posto in cui stare è diventata insomma la piccola utilitaria. “E perché siete venuti da queste parti?”; hanno chiesto ancora gli agenti. “Perché quando ero piccola – ha risposto la donna – mio padre mi portava sempre a Città della Pieve. Questi luoghi e questi ricordi mi danno un po’ di sollievo con cui affrontare questa difficile situazione”.

Affranta e imbarazzata, la donna ha dunque ricostruito questi ultimi complicati giorni, raccontando che erano fermi in quell’area di servizio per poter utilizzare i servizi igienici e potersi almeno lavare.

Gli agenti della Stradale hanno dunque acquistato alcuni generi alimentari e consegnato alla donna una somma di denaro per fare fronte alle esigenze più immediate. “Tenete duro”, hanno infine detto a madre e figlio. “Ce la farete perché siete persone per bene”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, perde il lavoro e la casa: madre costretta a vivere in auto con il figlio. Il grande gesto dei poliziotti

PerugiaToday è in caricamento