rotate-mobile
Cronaca

Umbria: "Papà, mi serve urgentemente denaro", anziano truffato con un qualche messaggio

Il fatto accaduto a Narni scalo. Due uomini, tramite Whatsapp, avevano lanciato una finto allarme da parte della figlia. Scattate le denunce

Papà mi si è rotto il telefono, questo è un nuovo numero, purtroppo sono in serie difficoltà economiche e mi serve urgentemente denaro”. Si spacciano per la figlia tramite messaggi whatsapp truffando un anziano di 76 anni. I carabinieri della stazione di Narni scalo, nei giorni, hanno denunciato in stato di libertà due giovani di origine ucraina, dimoranti nella provincia di Brescia, per truffa in concorso. 

I malviventi si erano spacciati per la figlia della vittima e, attraverso alcuni messaggi whatsapp come quello citato, avevano richiesto un bonifico immediato su una carta Postepay. L’anziano non ha esitato e, per correre in aiuto della figlia creduta in difficoltà, ha subito fatto un bonifico di circa 2mila euro sulla carta indicata, realizzando solo in un secondo momento di esser stato vittima di truffa e denunciando così il fatto ai carabinieri. 

I militari dell’Arma hanno immediatamente avviato le indagini e, attraverso l’analisi dei tabulati telefonici della vittima, sono risaliti all’identificazione dei truffatori, allo stato irreperibili, che sono stati così deferiti alla procura della Repubblica di Terni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria: "Papà, mi serve urgentemente denaro", anziano truffato con un qualche messaggio

PerugiaToday è in caricamento