rotate-mobile
Cronaca

Umbria, accoltella l'amico e aggredisce i poliziotti: arrestato

Il giudice ha convalidato l’arresto nei confronti di un 24enne per lesioni gravi, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale

Una serata tra amici, trascorsa in casa, poteva trasformarsi in tragedia. Lo scorso sabato 2 luglio, intorno alle 19, gli agenti della polizia di stato di Orvieto, sono intervenuti in località scalo, per soccorrere un giovane accoltellato. Il trentenne infatti ha riportato delle ferite al naso ed al polso, dopo essere stato colpito, mentre cercava di fuggire dall’abitazione.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti un 24enne polacco, senza apparenti motivi, si sarebbe scagliato contro il giovane orvietano con un coltello da cucina. La vittima, oltre a fornire agli agenti i dati necessari per risalire all’aggressore, ha inoltre indicato gli indumenti indossati. Tuttavia proprio mentre accadeva ciò, il ventiquattrenne faceva ritorno in casa con una bottiglia in birra in mano. Una volta riconosciuto ed indicato ai poliziotti fuggiva di nuovo, a piedi, cercando di trovare rifugio tra i condomini della zona.

A quel punto è iniziato un breve inseguimento, sia a piedi che con le auto di servizio, in direzione della stazione. Dopo aver scavalcato un cancello ed essere giunto in una strada senza uscita è stato bloccato. Successivamente ha iniziato ad inveire contro gli agenti, con frasi ingiuriose e minacciose, colpendo alla mano uno di loro. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri del comando locale per supportare i poliziotti e cercare di riportare il ventiquattrenne alla calma. Nella successiva perquisizione a casa del polacco, gli agenti hanno rinvenuto il coltello da cucina sporco di sangue.

Pertanto su disposizione del Pubblico ministero, della Procura della Repubblica di Terni, il ragazzo è stato arrestato e portato nel carcere di Sabbione. Il Giudice ha convalidato l’arresto per lesioni gravi, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e ha disposto, in attesa del rito direttissimo, fissato per il 19 luglio, gli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico. Inoltre, il questore Bruno Failla ha dato disposizione alla divisione anticrimine di predisporre nei suoi confronti il Daspo urbano, che gli vieterà l’accesso a tutti i locali della provincia di Terni per due anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, accoltella l'amico e aggredisce i poliziotti: arrestato

PerugiaToday è in caricamento