Cronaca

Umbria, sembrava una morte per cause naturali invece è stato ucciso dalla droga che trasportava in corpo

Sembrava un decesso per cause naturali quello di un pachistano di 53 anni ritrovato nella sua abitazione (a Terni) da alcuni amici che vivevano con lui. Ma l'ispezione della camera dei vigili urbani - che hanno trovato alcuni grammi di droga - aveva permesso di rilevare alcune stranezze da qui la decisione del magistrato Barbara Mazzullo di autorizzare l'autopsia sul corpo del poveretto. 

Nel corpo, secondo le prime informazioni, sono stati trovati alcuni ovuli al cui interno c'è polvere bianca - cocaina? - che verrà analizzata per dare un nome e un ruolo in questa storia alla sostanza. Si ipotizza che un ovulo ingerito dal 53enne si sarebbe rotta nello stomaco provocando il malore mortale. 

Dunque ci troviamo di fronte ad un corriere della droga? Molto probabilmente sì. Si è accertato che lo straniero era ritornato da un viaggio in Packistan dove era andato a trovare la moglie e i quattro figli. Una volta tornato in Italia da Fiumicino, senza problemi ai controlli, si è diretto nella sua casa di Terni dove è morto poco dopo. Sul caso sta indagando anche la sezione narcotici della Squadra Mobile della Questura di Terni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, sembrava una morte per cause naturali invece è stato ucciso dalla droga che trasportava in corpo

PerugiaToday è in caricamento