menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Umbria Mobilità non risponde sui treni (pagati e mai usati): "Risponderà alla magistratura"

Quasi tre settimane sono passate da quando il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati, ha inviato una lettera ad Umbria Mobilità per conoscere il motivo del mancato utilizzo di tre elettrotreni (acquistati e mai utilizzati) e dei continui disservizi all'utenza della ex Fcu. Tre settimane dopo l'azienda ha ritenuto opportuno ancora non inviare neanche un rigo ad uno dei rappresentanti del popolo umbro che ha ottenuto, alle ultime elezioni regionali, oltre il 20 per cento dei consensi.

“A questo punti, visto che ci sono in ballo i soldi dei cittadini. la missiva sarà inoltrata alle autorità competenti, nella certezza che vengano presto accertate le responsabilità del disastro gestionale”: ha tuonato Liberati facendo riferimenti alla Corte dei Conti e alla magistratura ordinaria. 
“Davvero scandaloso – ha sottolineato - è il caso dei tre elettrotreni acquistati pochi anni fa dalla Regione, costati decine di milioni di euro, e subito abbandonati in quel di Umbertide. Parimenti grave, su altro fronte, è l'inquinamento generato lungo l'intera Umbria dai vecchi convogli a gasolio sin qui utilizzati, con alcuni popolosi quartieri di Perugia e Terni fortemente ammorbati dalla ricaduta di particolato. Ma sono ormai trascorsi venti giorni dalla nostra lettera a Umbria mobilità e ancora nessuno si è degnato minimamente di rispondere”.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento