Trasporto, aumento del biglietto: inizia lo scarica-barile

Prima l'annuncio dell'aumentato dei costi del contratto al chilometro a carico dei Comuni, ora Umbria Mobilità precisa che non spetta a loro l'aumento del biglietto. Ma se aumentano i costi alla fonte...

Sembra essere proprio partito lo scarica-barile degli inevitabili aumenti - come li hanno definiti durante l'audizione in Provincia i vertici di Umbria Mobilità - per il servizio di trasporto (a causa della crisi di liquidità, il caro-carburante e altri costi vari) che tradotto vuol dire maggiori spese per i pendolari, studenti e cittadini in genere. Da settembre dovranno essere aumentati i biglietti per sostenere il rincaro dei nuovi contratti proposti da Umbria Mobilità ai Comuni, Province e Regioni; e quest'ultimi tutti sanno che non hanno più risorse per incollarsi tutte le nuove spese aggiuntive. Ma guai a dire che il biglietto sarà aumentato dall'azienda di trasporto umbra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Loro non c'entrano nulla sulla decisione perchè spetta alla politica. Un po' come dire che l'allevatore che aumenta i prezzi del vitello al chilo non c'entra nulla con gli inevitabili aumenti che dovrà fare il macellaio per la vendita della carne al cliente. In poche parole uno scarica-barile che appare difficile da digerire: "Si precisa - ha scritto il presidente di Umbria Mobilità Lucio Caporizzi, già dirigente dalla Regione - che scelte di tal genere non rientrano nei poteri decisionali di chi amministra Umbria Mobilità, riguardando invece scelte politiche degli Enti affidanti il servizio di trasporto (cioè Regione, Province e Comuni), quindi non può l'Azienda annunciare interventi sul costo del biglietto. Umbria Mobilità può invece far presente - come in effetti fa nelle sedi opportune - le proprie valutazioni in merito alla sostenibilità economico-finanziaria del contratto di servizio ad essa affidata e quindi le conseguenti esigenze di adeguamento dei corrispettivi percepiti". Adesso toccherà precisare agli enti pubblici. E poi a settembre i rincari. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Temptation Island, la coppia perugina è già sul punto di scoppiare. Alessandro furioso, Sofia si rilassa tra carezze e balli bollenti

  • Non rispetta le norme anti Covid-19, multato parrucchiere e negozio chiuso

Torna su
PerugiaToday è in caricamento