menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Continua lo squallido mercato nero dei cani di razza: cuccioli senza aria, cibo e luce

E' stato provvidenziale un controllo casuale dei Carabinieri di Città di Castello per salvare due cuccioli "soffocati" da bagagli e rinchiusi in gabbie troppo piccole. Ecco come è andata

I Carabinieri di Città di Castello hanno fermato un furgone Mercedes dove a bordo si trovavano due uncraini di 35 e 33 anni. All'interno del mezzo, confusi tra i vari bagagli stipati nel retro del mezzo, c'erano due gabbiotti di piccole dimensioni che ospitavano in condizioni terribili due piccoli cuccioli di razza “Pastore del Caucaso”.

I cuccioli mostravano segni di grande sofferenza fisica: disidratati, affamati e costretti a stare per ore senza luce e con pocchissima aria a disposizione. Ulteriori accertamenti, svolti dal personale del Servizio di vigilanza veterinaria dell’ASL di Città di Castello, hanno permesso  di appurare  che i cuccioli 
non erano stati sottoposti alle vaccinazioni richieste per l'ingresso nel territorio italiano.

L'ennesima dimostrazione di un mercato nero dei cuccioli che dall'Est Europa arriva fino alle nostre case. I militari hanno denunciato i due ucraini e allo stesso tempo multato di mille euro. Infine, i due cuccioli sono stati affidati alla cura del Servizio di vigilanza veterinaria e il furgone sottoposto a sequestro amministrativo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento