menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

C'è bisogno di Noi! Crescono i casi di tumore, servono volontari per i pazienti e famiglie: c'è un corso speciale

La mappa dei comuni con patologie in aumento. Un corso di formazione per volontari amicali a sostegno di pazienti e famiglie. L'impegno de L'associazione Umbra per la lotta Contro

Ogni famiglia umbra, purtroppo, è alle prese con un parente che sta affrontando la più difficile delle sfide: sopravvivere ad un cancro, ad un tumore. Un calvario fatto di cure, speranze, soggiorni in ospedale. Ma queste famiglie e questi pazienti non sono soli: possono contare su associazioni come  L’Associazione Umbra per la lotta Contro  che cerca di dare il proprio contributo sia per la ricerca che all'assistenza medica e "umana-sociale". I casi sono in aumento e c'è bisogno sempre di più dei volontari per la cosiddetta asistenza amicale all'interno del day hospital oncologico e del reparto oncologico dell'ospedale di Perugia e di Terni.

I TERRITORI A RISCHIO Il tasso di incidenza dal 2001 al 2010, per tutti i tipi di tumori vede il comune di Piegaro - in piena Terra dei Fuochi, la Valnestore - con riferimento agli uomini, a quota 1023.05, secondo solo a Città di Castello (1102.9) ma davanti a dimensioni urbane come Perugia (860), Terni (933.5) e Foligno (964.8) e alla media regionale che si attesta a 915.6. 

Lo stesso dato, con riferimento alle donne, pone il comune di Piegaro in cima alle città analizzate, a quota 620.4; la media umbra si attesta a 581.6, Città di Castello a 607.8, Foligno a 571.2, Perugia a 563.2 e Terni a 612. Si tratta di dati che esigono indagini epidemiologiche approfondite per stabilire eventuali collegamenti tra le patologie oncologiche e i fattori tossici o cancerogeni dell’inquinamento dell’area.

I COMPITI DEL VOLONTARIO AMICALE? L’assistenza amicale consiste nell’offrire compagnia e aiuto ai pazienti oncologici sia presso il loro domicilio che nei reparti ospedalieri. L’intervento dei volontari può essere richiesto direttamente dal paziente, dai familiari o dai medici dell’equipe Aucc che svolgono il servizio di assistenza oncologica domiciliare. Il gruppo di volontari che operano in questo settore sono seguiti scrupolosamente da un team di esperti che monitorano lo stato psicologico e facilitano  l’elaborazione delle emozioni. Il volontario Aucc opera anche in contesti extraospedalieri. Può sostenere l'organizzazione scendendo in piazza durante le campagne annuali di raccolta fondi oppure aiutando lo staff a  organizzare eventi di promozione della cultura della Prevenzione.
Il volontario può offrire inoltre il suo prezioso contributo nel settore amministrativo e logistico

C'E' IL CORSO L’Aucc organizza dei corsi di formazione per gli aspiranti volontari. Il prossimo corso, realizzato in conllaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato di Perugia, inizierà a metà novembre. Obiettivo del corso e? sviluppare le risorse personali dei partecipanti, le loro conoscenze e competenze relazionali rispetto al paziente, ai suoi familiari, al gruppo dei volontari e all'equipe medica. Portare il volontario alla consapevolezza delle proprie emozioni per acquisire sensibilita? e attenzione ai passaggi comunicativi, alle scelte e alle azioni da adottare con il paziente oncologico e con i suoi familiari.  Iscriversi al corso di formazione è semplicissimo. Basta visitare il sito internet www.aucc.org, aprire la sezione “diventa volontario” e compilare il form di iscrizione. Gli iscritti saranno ricontattati nel giro di pochi giorni.
Per ulteriori informazione segreteria@aucc.org tel 0755272647.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento