Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Era fuggito in Belgio la primula rossa dei furti in Umbria: preso e portato a Capanne, deve scontare una lunga pena

Dal settembre scorso era ufficialmente latitante per evitare il carcere frutto di un vasto cumulo di sentenze. L'asse Questura e Polizia Belga

Grazie alla collaborazione internazionale tra la Questura di Perugia e le forze dell'ordine del Belgio è stato possibile rintracciare un ladro seriale che ha commesso reati in serie a Perugia e Terni, ma anche in altre regioni: Molise, Lazio, Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana. Una serie infinita di furti commessi in 4 anni - dal 2007 al 2001 - che al latitante, un 32enne rumeno, hanno portato in dote una pena complessiva da scontare pari a dodici anni e tre mesi di reclusione. Per evitare l'esito scontato del cumulo delle pene, era fuggito all'estero.

Le autoriotà belghe hanno preso molto seriamente la richiesta di collaborazione da parte della Questura di Perugia: in pochi mesi è stato individuato e arrestato a Bruxelles. Ieri pomeriggio il ladro seriale è stato imbarcato su un volo per l’Italia, dove, al suo arrivo, gli agenti della Polizia di Frontiera di Roma-Fiumicino e quelli della Squadra Mobile di Perugia hanno provveduto a notificargli il mandato d’arresto europeo e il trasferimento in carcere a Capanne. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era fuggito in Belgio la primula rossa dei furti in Umbria: preso e portato a Capanne, deve scontare una lunga pena

PerugiaToday è in caricamento