menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Umbria, gli operai licenziati donano 900 euro per chi il Covid ha messo in ginocchio

Con la cifra consegnata dai lavoratori della Treofan saranno acquistati sia l’abbigliamento e giocattoli

Hanno vissuto mesi drammatici, hanno lottato e poi hanno perso lo stesso il lavoro. Eppure i dipendenti della Treofan - ancora in lotta per avere un futuro lavorativo - non hanno voluto far mancare il proprio sostegno economico i malati e le strutture sanitarie che stanno combattendo la pandemia di Covid. Oltre 140 famiglie hanno voluto unirsi all’associazione de I Pagliacci contribuendo con 900 euro.  Un gesto, quello andato in scena stamattina di fronte alla fabbrica di via Narni, che ha un grande
valore non solo simbolico.

“Noi ci eravamo fatti avanti per capire come poter sostenere con un aiuto concreto le 140 famiglie ternane in difficoltà e invece tutti i lavoratori hanno deciso di sostenere l’associazione, le persone più colpite dal covid e i bambini - ha affermato Alessandro Rossi de I Pagliacci - Un gesto commovente, che è la conferma che il grande cuore del nostro contesto cittadino emerge sempre, anche nelle difficoltà più significative, come la perdita del lavoro”.

Con la cifra consegnata dai lavoratori della Treofan saranno acquistati sia l’abbigliamento intimo per i malati di covid dell’azienda ospedaliera di Terni che i giocattoli da regalare ai bambini ricoverati nel reparto di pediatria.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento