menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gestione illecita dei rifiuti in Umbria, cento persone denunciate e una pioggia di multe

Ecco il bilancio 2015 del Corpo Forestale dello stato: 730 reati accertati, sei arresti, oltre 34mila controlli e multe per un milione di euro

Qualcosa come 730 reati accertati, sei arresti, oltre 34mila controlli e multe per un milione di euro. E’ questo il bilancio dell’attività del Corpo Forestale dello Stato in Umbria nel 2015. Più nel dettaglio, per quanto riguarda il controllo della gestione dei rifiuti, sono state oltre 3mila le verifiche operate presso aziende del territorio regionale, con oltre 300 sanzioni amministrative per circa 315 mila euro.

E ancora: circa ottanta le notizie di reato inviate all’autorità giudiziaria a carico di un centinaio di persone, denunciate quali presunti responsabili di attività di gestione illecita di rifiuti. Nel settore tutela del territorio e attività urbanistica, che comprende principalmente il controllo dei tagli boschivi e del vincolo idrogeologico, sono state accertate sanzioni amministrative per oltre 300 mila euro, 672 i verbali amministrativi a privati e ditte boschive. Su un totale di 166 reati accertati, sono 110 quelli relativi al controllo dell'attività urbanistico-edilizia, che hanno portato alla denuncia di 91 persone per realizzazione di abusi edilizi in ambito rurale.

Controlli a tappeto anche nell'attività agrituristica - con diverse sanzioni elevate -  e nel settore sanzioni dell’etichettatura e tracciabilità degli alimenti, in particolare di prodotti a denominazione di origine: nel 2015 sono stati controllati 85 esercizi commerciali e comminate 32 sanzioni amministrative per un importo complessivo di circa 50 mila euro.
Controlli congiunti Corpo forestale e polizia di Stato hanno riguardato minimarket etnici, gestiti da cittadini cinesi e nord africani, presenti nel quartiere della stazione ferroviaria di Fontivegge, a Perugia. In totale sono state contestate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 9 mila euro e poste sotto sequestro più di 300 confezioni di cibi di varia natura.

Per quanto riguarda la tutela degli animali, nel 2015 sono stati accertati illeciti amministrativi che hanno portato ad elevare complessivamente 324 sanzioni per un importo di circa centomila euro; 95 gli illeciti penali, con trenta persone denunciate e 16 sequestri.
Nel settore della caccia, invece, su oltre 2.300 persone controllate sono risultati trenta i reati accertati che hanno portato alla denuncia di 12 persone e quattro sequestri penali, oltre a 140 sanzioni amministrative per circa 20 mila euro di importo.
Purtroppo elevato anche il numero degli episodi di maltrattamento animale accertato, con 54 reati accertati in oltre trecento controlli.

Per quanto riguarda l’ambiente, invece, la siccità dei mesi di luglio e agosto ha favorito l'incremento degli incendi e delle superfici percorse dal fuoco rispetto agli ultimi anni: 61 quelli registrati nel 2015, con una superficie interessata di circa 80 ettari.
Sempre nel 2015 sono state 123 le persone denunciate dalla Forestale dell''Umbria per furto e 38 per truffa e frode. Incrementati i servizi di ordine e sicurezza pubblica, circa 800 nel 2015, mentre numerose sono state le attività di ricerca, soccorso e recupero persone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento