Marcia-Catena della Pace Perugia-Assisi, scatta l'esposto per rinviare l'evento: "Troppo alto il rischio contagi"

Dopo le polemiche e il dibattito tra Regione e Prefettura-Questura, arriva l'iniziativa dell'avvocato Biscotti. Ecco le motivazioni

Avvocato Valter Biscotti

Era nell'aria un esposto dopo i malumori e le polemiche, politiche e non, per il via libera all'iniziativa della Marcia della Pace (11 ottobre) che comunque quest'anno sarà in versione Catena Umana: 2500 persone unite da un filo arcobaleno lungo il percorso Perugia-Assisi. Una versione statica ma pur sempre alla presenza di un pubblico formato da alcune migliaia di persone e addetti ai lavori. La Regione è stata sempre fortemente critica per il via libera e lo aveva ribadito anche a Prefettura e Questura anche dopo il blocco della task-force sanitaria per eventi importanti come Eurochocolate e Fiera dei Morti (che fanno muovere l'economia locale).

PerugiaAssisi | La Marcia cede il passo alla Catena Umana: 2500 persone legate da un filo arcobaleno

L'avvocato Valter Biscotti ha inviato un esposto a Prefetto e Questore del capoluogo umbro e all'Asl Umbria 1 per fermare l'evento. Il legale ha motivato il tutto con i dati dell'epidema da Covid che indicano una ripresa considerevole dei contagi. "Ho agito come semplice cittadino, ma anche sopo le numerosissime sollecitazioni pervenute da altri soggetti. Chiediamo che la manifestazione venga realizzata in un momento diverso e in assenza di pericolo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ESPOSTO - "Si ritiene che la modifica delle caratteristiche della manifestazione da 'marcia' a 'catena' sia una vera forma di elusione per evitare il diniego delle autorizzazioni trasformando la manifestazione da dinamica in statica. Ma le migliaia di persone 'incatenate' ,come arrivano? Come si sciolgono ? e una volta sciolte come defluiscono? Si ritiene che i rischi di contagio non sono assolutamente azzerati e in un clima di considerevole aumento del pericolo generale una manifestazione di siffatto tenore sia un grave e potenziale rischio che le Autorità debbono assolutamente evitare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carlo Acutis, tante le richieste di visita: posticipata la chiusura della tomba del beato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento