Eccellenze, in Umbria uno degli ecomusei migliori del mondo: ecco quale

Nel darne notizia, l'assessore regionale alla Cultura, Agricoltura e Ambiente Fernanda Cecchini esprime "soddisfazione per questi prestigiosi riconoscimenti che sono frutto della professionalità e della passione di quanti lavorano per la crescita"

L’Ecomuseo della Dorsale Appenninica Umbra è stato valutato fra i dieci più significativi tra i duecento che hanno partecipato al censimento sul rapporto fra “Musei e paesaggi culturali”, promosso nel 2015 dall’Icom (International Council of Museums) Italia in vista della Conferenza generale che si svolge quest’anno a Milano dal 3 al 9 luglio, alla quale interverranno oltre quattromila professionisti di musei provenienti da più di cento Paesi del mondo. Una vetrina mondiale alla quale, insieme al progetto del Cedrav, il Centro per la documentazione e la ricerca antropologica in Valnerina e nella dorsale appenninica umbra, verranno presentati anche il Museo naturalistico del Parco regionale di Colfiorito, tra i 35 progetti valutati di eccellenza, e il Museo della Canapa di Sant’Anatolia di Narco.

Nel darne notizia, l’assessore regionale alla Cultura, Agricoltura e Ambiente Fernanda Cecchini esprime “soddisfazione per questi prestigiosi riconoscimenti che sono frutto della professionalità e della passione di quanti lavorano per la crescita e il radicamento di queste realtà territoriali, nelle quali i temi della cultura, dell’ambiente e del paesaggio trovano sintesi e integrazione”.

Il Gruppo di lavoro nazionale, nominato dal consiglio direttivo di Icom Italia e incaricato della valutazione, ha selezionato fra i duecento che hanno partecipato all’indagine un gruppo di 35 progetti particolarmente meritevoli per la pertinenza con il tema “Musei e Paesaggi culturali” al centro della Conferenza generale dell’Icom, considerando la capacità dei musei o ecomusei di comunicare le proprie attività, all’originalità del rapporto tra museo e contesto e alla stabilità nel tempo dell’attività. È stato anche considerato il ruolo dei musei e degli ecomusei sul piano della tutela, studio e documentazione e il coinvolgimento attivo della cittadinanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Consiglio direttivo di Icom Italia ha stabilito, inoltre, di assegnare ai dieci progetti maggiormente corrispondenti ai criteri stabiliti, oltre la qualifica di “eccellente pratica nella relazione fra museo e paesaggio culturale” anche una menzione speciale di cui ora il progetto dell’Ecomuseo della Dorsale Appenninica Umbra potrà fregiarsi. Il progetto ecomuseale del Cedrav sarà presentato il 5 luglio presso lo spazio Expoforum, nell’ambito della sezione: “Icom Italy museums and cultural landscapes: the best practices”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

Torna su
PerugiaToday è in caricamento