rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca

Umbria, 21enne alcolizzato e drogato: distrugge casa e massacra di botte i genitori

Arrestato: ora si trova ai domiciliari in una comunità di recupero

Tre mesi da incubo con lui, poco più che ventenne, ridotto in schiavitù da alcol e droga. E i genitori costretti a subire minacce e violenze.

Il primo allarme è arrivato lo scorso mese di gennaio quando i carabinieri di Amelia quando al 112 è arrivata una richiesta di aiuto dopo che il 21enne aveva dato in escandescenza in casa, scagliandosi contro i genitori, distruggendo l’appartamento e avventandosi anche contro i militari intervenuti. L’intervento si era concluso con famigliari e carabinieri al pronto soccorso e il giovane sedato visto che neanche l’arrivo dell’Arma lo aveva fatto calmare.

Da questo episodio ha preso il via l’indagine coordinata dalla procura della Repubblica di Terni: numerosi i testimoni ascoltati e i dati raccolti che hanno permesso di ricostruire “mesi e mesi di maltrattamenti e soprusi – ricostruisce una nota dell’Arma - da parte del ragazzo che, oltre a devastare in diverse occasioni l’appartamento in cui abita insieme ai genitori, in numerose occasioni ha aggredito i suoi famigliari, percuotendoli con violenza e rivolgendo loro gravi offese, al punto di causare nei due un grave stato di ansia e frustrazione e rendere pertanto impossibile la convivenza”.

Tutto questo sarebbe nato dal fatto che il 21enne ha una “marcata dipendenza da alcol e sostanze psicotrope” e le violenze sarebbe state causate dal suo stato di ubriachezza e dal rifiuto dei genitori “di accompagnarlo e di dargli il denaro per acquistare stupefacenti”.

Da qui la decisione di arrestare il ventenne che ora si trova ai domiciliari in una comunità di recupero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, 21enne alcolizzato e drogato: distrugge casa e massacra di botte i genitori

PerugiaToday è in caricamento