Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Foligno

Finisce ai domiciliari spacciatore 35enne: si era trasferito da Roma a Foligno

La polizia ha dato esecuzione alla misura alternativa disposta nei confronti dell'uomo

Condannato a 2 anni e 8 mesi per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, un 35enne nigeriano è stato sottoposto al regime di detenzione domiciliare da parte dei poliziotti del Commissariato di Foligno.

Il provvedimento in questione era stato emesso dalla Procura della Repubblica di Roma (Ufficio Esecuzioni Penali) e si riferisce ad un episodio, risalente al 2018, in occasione del quale il cittadino nigeriano era stato arrestato nella Capitale poiché trovato in possesso di oltre due chili di marijuana. Negli anni successivi - prima che intervenisse nei suoi confronti una sentenza di condanna definitiva - il giovane africano si era trasferito a Foligno, ma anziché cambiare condotta aveva imbastito analoghi traffici criminali.

Non a caso, il 35enne era ben conosciuto dagli investigatori del Commissariato di Foligno, che nel 2019 lo avevano già arrestato per detenzione di sostanza stupefacente del tipo eroina. Così, quando hanno avuto notizia della condanna definitiva e del provvedimento della Procura della Repubblica di Roma, i poliziotti si sono attivati per rintracciare immediatamente il cittadino nigeriano ed eseguire la misura alternativa alla detenzione carceraria disposta a suo carico.

A tale risultato si è giunti nella mattinata di ieri (giovedì 15 luglio), quando gli agenti hanno effettivamente sottoposto il 35enne al regime di detenzione domiciliare, intimandogli di rispettare le prescrizioni e i divieti connessi a tale misura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce ai domiciliari spacciatore 35enne: si era trasferito da Roma a Foligno

PerugiaToday è in caricamento