rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Sanità in Umbria, sempre meno donazioni di sangue. Avis: "Sotto la soglia minima"

L'associazione pronta a chiedere l'intervento della Regione per un piano di comunicazione su vasta scala

"Nella nostra Regione si sta raccogliendo quanto si raccoglieva nel 2006. Il 16 agosto le scorte regionali sono scese, per la prima volta quest’anno, al di sotto delle soglie minime”. L'amara constatazione porta la firma dell'Avis Umbria che sta fronteggiando un calo delle donazioni costante con pesanti ricadute, potenziali, per servizi salva-vita nei nostri ospedali. Un evidente diminuzione delle donazioni, in questi ultimi anni, si è rilevata soprattutto in provincia di Terni, dell’Alta Valle Tiberina, dello Spoletino, di Assisi, della Media Valle del Tevere, del Perugino. Per tutto questo l’Avis è pronta a chiedere l'intervento dell'assessore Regionale Luca Coletto perché insieme si definisca un programma di azioni, anche promozionali, da avviare per invertire tale tendenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità in Umbria, sempre meno donazioni di sangue. Avis: "Sotto la soglia minima"

PerugiaToday è in caricamento