menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crescono le donazioni di cellule staminali del cordone ombelicale: si cerca la cura per malattie terribili

Sono moltissimi gli studi clinici in corso che stanno verificando l’utilità delle cellule staminali del cordone ombelicale per il trattamento di patologie attualmente senza cura

Cresce ma non di moltissimo la raccolta di sangue cordonale (eterologo e autologo dedicato) nelle strutture sanitarie del'Umbria. I dati sono stati al centro di una interrogazione di Carla Casciari, consigliere regionale del Pd all'assessore alla sanità Barberini. L'informazione sull'importanza del sangue cordonale è scarsa o è passata "in cavalleria". Per questo la Regione vuole riproporre una campagna per sensibilizzare i cittadini. 

E' emergenza "sangue" nella nostra Umbria: 3mila donazioni in meno in soli 12 mesi

A cosa serve questa donazione? Probabilmente è il futuro per molte cure. Le cellule staminali del cordone ombelicale uno strumento prezioso per la medicina, che già oggi impiega le cellule staminali nel trattamento di patologie come disordini genetici, anemie, linfomi e leucemie. La ricerca scientifica inoltre ogni giorno compie dei passi avanti e sono moltissimi gli studi clinici inc orso che stanno verificando l’utilità delle cellule staminali del cordone ombelicale per il trattamento di molte altre patologie attualmente senza cura, come il diabete, il morbo di Parkinson o l’Alzheimer.

In Umbria gli ospedali autorizzati ai prelievi sono Città di Castello e Branca. La conservazione viene effettuata presso la banca dell’ospedale 'Careggi' di Firenze; i punti nasciti di Perugia, Foligno, Spoleto, Terni, conservano il sangue cordonale presso l’ospedale Umberto I di Roma. Per quanto riguarda i dati nel 2016, nel primo semestre, le donazioni presso l'Umberto I sono 34, le donazioni presso l’ospedale 'Careggi' di Firenze sono state 121. 

Le donazioni per uso eterologo stanno aumentando. Le donazioni autologhe in Umbria, esportate in banche estere, sono state 124 nel 2015, mentre nel solo primo semestre queste stesse donazioni si sono ridotte a 40, evidente una contrazione del fenomeno.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento